MEDICINA INTEGRATA

una efficace sinergia

In epoca di protesi, trapianti d’organo, cellule staminali la cultura porta oggi le persone a sentirsi più responsabili della propria salute e scegliere come curarsi.

La Medicina Convenzionale (tecnologia, chirurgia, farmaci) ha un ruolo insostituibile nell’urgenza e nelle patologie acute. Nelle patologie croniche spesso però non è risolutiva e si limita con i farmaci ad abbattere il sintomo.

La Medicina Naturale o Complementare risulta in tali casi di grande interesse. Attraverso un approccio differente che si avvale di metodiche non invasive, circostanziate, di assoluto rigore scientifico cerca di evidenziare le cause che hanno determinato l’origine della malattia. Su tale base è in grado di monitorare e controllare i maggiori fattori di rischio, a patologia in atto di impostare un programma terapeutico non farmacologico, attivo sia sulla sintomatologia, sia sulle cause primarie di malattia.

Oggi questo dualismo delle medicine è superato dalla Medicina Integrata che le riunisce in una efficace sinergia: non esclude l’approccio diagnostico e terapeutico convenzionale se necessario, ma privilegia ogniqualvolta sia possibile un approccio naturale, non invasivo, con una visione olistica della persona e con un minore utilizzo dei farmaci.

LA VISITA

La visita ha una durata media di 60- 90 minuti e prevede:

  • Compilazione di moduli relativi alla sintomatologia e alla alimentazione attuale (abitudini alimentari);
  • Anamnesi medica, valutazione clinica e di eventuali esami;
  • Tests diagnostici: PPG Stress Flow, BIA ACC, Tomeex, EAV Gold
  • Programma e strategia terapeutica individuale, che si avvale di: nutrizione funzionale, attività fisica personalizzata per tipologia e intensità, rieducazione respiratoria- Biofeedback, fitoterapia e integrazione mirata, dispositivi Regmatex, Frems.

La documentazione ed il programma terapeutico vengono consegnate alla persona al termine della seduta.

PREVENZIONE ONCOLOGICA

Ogni persona produce quotidianamente milioni di cellule tumorali, che vengono identificate e distrutte dal nostro sistema Immunitario. Per un buon funzionamento il Sistema Immunitario ha bisogno di una grande disponibilità energetica.

Secondo i dati del OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) il 30-50% dei tumori si può prevenire monitorando e riducendo i maggiori fattori di rischio, almeno quelli modificabili:

  • Sovrappeso-obesità sono causa di infiammazione cronica latente e di insulinoresistenza che rende difficile l’utilizzo energetico di zuccheri e carboidrati in genere per il nostro dispendio metabolico.
  • Sedentarietà – ridotta Attività Fisica portano ad un degrado dell’apparato muscolare, rilevante magazzino del patrimonio energetico, idrico, minerale dell’organismo e produttore di importanti molecole antinfiammatorie.
  • Stress cronico modifica l’assetto ormonale e altera la regolazione del Sistema Nervoso Autonomo, che rimane attivato (giorno e notte) nella modalità di allarme, con grande dispendio di energia.
  • Stress ossidativo: fumo, alcol, alimentazione scorretta, radiazioni, inquinamento ambientale, portano ad un accumulo di prodotti di scarto metabolico, molecole tossiche che aggrediscono e alterano la struttura delle cellule dei diversi organi e apparati.

A fini di prevenzione, risultati importanti si ottengono con una Nutrizione Funzionale (bilanciata, alcalinizzante, Attività Fisica programmata per tipologia e intensità, recupero di una migliore ossigenazione con Rieducazione Respiratoria – Biofeed back, Tecniche Anti Stress, Integrazione mirata.

Per una informazione più circostanziata vedi sul WEB “IL Decalogo AIRC”

BIOFEEDBACK Respiratorio

Respiratory Training

La qualità del respiro è influenzata da fattori differenti: ansia e stress inducono un respiro più superficiale e frequente, un deficit muscolare quantitativo e/o qualitativo compromette l’espansione della cassa toracica riducendo la capacità di ossigenazione.

Spesso quando siamo seduti, a riposo, respiriamo male senza averne la percezione: rimane un eccesso di anidride carbonica a discapito della quantità di ossigeno nei vari organi, in particolare nel cervello che ne è grande utilizzatore.

Il Biofeedback – Training di rieducazione respiratoria, ha lo scopo di modificare e normalizzare progressivamente il ritmo e la profondità del nostro respiro con miglioramento della qualità.

Con i i Tests diagnostici PPG e BIA ACC viene impostata una sequenza respiratoria personalizzata per ritmo e profondità, finalizzata a trattare la specifica sintomatologia o disturbo patologico. Tale programma riabilitativo viene inviato via mail al paziente affinché lo possa scaricare sul PC, Tablet, Smartphone per ripetere l’esercizio a casa.

Tale esercizio, se effettuato con costanza, è in grado col tempo di correggere e stabilizzare una efficiente funzionalità respiratoria e di ottenere quindi una buona regolazione del Sistema Nervoso Autonomo e della capacità di ossigenazione con tutti i benefici che ne derivano per il recupero della sintomatologia, del benessere e della performance psicofisica.